CHI SIAMO

Ipàzia, Osservatorio Scientifico sulla Ricerca di Genere, vuole celebrare l'importanza dell'espressione di pensiero. Nasce nel 2014 con l’obiettivo di promuovere gli studi di genere in un’ottica volta a delineare le differenze ed esaltare le sinergie tra uomini e donne e, in generale, a sostenere la cultura della parità e delle pari opportunità, contrastando ogni forma di violenza o discriminazione. 

L’Osservatorio deve il suo nome a Ipàzia, matematica, astronoma e filosofa greca, vissuta ad Alessandria d'Egitto tra la fine del IV e l'inizio del V secolo. Ipàzia fu uccisa dai cristiani in un tumulto, divenendo "martire della libertà di pensiero" ed espressione del pensiero scientifico.

In un periodo caratterizzato da una perdurante crisi economica e sociale e da un’evidente necessità di politiche sul lavoro, il rilancio sociale ed economico necessita di guardare al capitale umano come vero motore di sviluppo sostenibile ed intelligente. In questa prospettiva, le “questioni di genere” assumono un ruolo centrale per alimentare il vantaggio competitivo delle imprese e più in generale la crescita economica e sociale del paese.

L’indagine sulle strategie di genere adottate e sperimentate dalle imprese e dalla Pubblica Amministrazione nonché dagli enti del terzo settore è un obiettivo fondamentale di Ipàzia. L’Osservatorio si prefigge, infatti, di fornire un quadro completo e aggiornato su ricerca, servizi, progetti e iniziative legate alle questioni di genere a livello locale, nazionale e internazionale, e di evidenziare le trasformazioni storiche e sociali, i percorsi effettuati dalle norme e dalla prassi, le motivazioni di circostanze ed accadimenti. Per raggiungere i suoi scopi istituzionali, l'Osservatorio promuove e organizza varie iniziative di rilevanza scientifica, quali workshop, seminari, conferenze, studi, laboratori e pubblicazioni.

Ipàzia, sin dalle sue origini, ha avuto una vocazione internazionale, coinvolgendo studiosi, professionisti e imprenditori provenienti da tutto il mondo. Oggi, conta sul pieno supporto di oltre 80 tra accademici e professionisti afferenti a diversi campi scientifici, dall’Economia Aziendale al Management, dall'Ingegneria ai Sistemi informativi, dall’Organizzazione aziendale alla Statistica ed è alla guida del gruppo di lavoro SIDREA Studi di Genere e dell’omologo gruppo di studio e attenzione (GSA) AIDEA.

ORGANIZZAZIONE

Referente scientifico - La fondatrice, nonché direttore scientifico di Ipazia è la prof.ssa Paola Paoloni, professore ordinario di Economia Aziendale presso l’Università La Sapienza di Roma.

 

La prof.ssa Paola Paoloni è una nota studiosa nel campo della ricerca di genere. La sua attività di ricerca, vincitrice negli anni di numerosi premi alla ricerca, è dedicata prevalentemente alle questioni di genere.

 

Tra le sue ricerche, spiccano diversi modelli teorici, quali il modello CAOS.

 

L’osservatorio Ipazia è nato da un'idea della Prof. Paoloni, che ha subito ricevuto il supporto di due sue colleghe e amiche, la Prof. Paola Demartini dell'Università degli Studi Roma Tre e la Prof.ssa Francesca Cesaroni dell'Università degli Studi di Urbino, prime vere sostenitrici di Ipàzia.

 

Oggi, Ipazia conta sul pieno supporto di quasi 80 tra accademici e professionisti afferenti a diversi campi scientifici, dall’economia aziendale al management, dall'ingegneria ai sistemi informativi. 

 

Ipazia è ora alla guida di due gruppi di lavoro e di studio all'interno delle società scientifiche AIDEA e SIDREA.